PANTERE 5 SU 5! L’IMOCO NON SI FERMA E VINCE ANCHE A BERGAMO (3-1)

BERGAMO
FOPPAPEDRETTI BERGAMO – IMOCO VOLLEY 1-3 (18-25,25-22,17-25,19-25)
Foppapedretti:
Acosta Alvarado 12, Popovic 7, Malagurski , Marcon 8, Paggi 12, Boldini 1, Cardullo (L), Battista 8, Strunjak, Imperiali ,Sylla 1, Malinov, Breda. All. Micoli.
Imoco: Bricio 21, De Kruijf 15, Cella, Nicoletti 7, Melandri , Fiori, De Gennaro (L), Hill 18, Danesi 14, Wolosz 1, Papafotiou, Fabris 4, Folie ne. All. Santarelli.
Arbitri: Oranelli e Bellini
Spettatori: 1600

Quinta uscita di campionato in posticipo a Bergamo e quinta vittoria da tre punti per le Pantere dell’Imoco Volley che in terra orobica svolgono bene il loro compito mantenendo così il ritmo di Scandicci con cui Conegliano condivide ancora il primato a quota 15 punti.
Nonostante la classifica, che vede Bergamo ancora a secco di punti, la gara del PalaNorda stasera non è stata una formalità per la squadra di coach Santarelli, ancora senza Fabris e Folie (oltre a Easy). Il sestetto di partenza ha visto in campo per l’Imoco, contro la coneglianese Marcon e compagne, Wolosz al palleggio, Nicoletti opposto, al centro De Kruijf e Danesi, schiacciatrici Bricio e Hill, libero De Gennaro.

Primo set con l’Imoco che parte forte, con un’Anna Danesi “on fire” (5 punti), poi una breve pausa che consente a Bergamo di rientrare. Ma il rush finale è tutto delle Pantere che vedono anche l’igresso positivo di Samanta Fabris brava a siglare tre punti pesanti che contribuiscono al 18-25 con cui Wolosz e compagne chiudono il primo parziale.
Nel secondo set si scatena Bricio, che assieme ai muri di Hill e De Kruijf mandano le Pantere avanti 3-8. Dopo il time out di Micoli però la Foppapedretti trova lo spirito combattivo e risale con l’ace della veterana Paggi (41 anni) e il muro di Popovic (7-9). Ancora Danesi brava a murare e tenere avanti l’Imoco. Poi entra Sylla per Marcon e l’azzurra inizia a colpire (11-14), con coach Santarelli che chiede time out. Con calma Hill e De Kruijf tengono le Pantere in vantaggio (12
-16), mentre rientra Marcon da una parte e Fabris dall’altra. Bergamo risale a -2 con Paggi, ma Anna Danesi è ancora dominante sotto rete e mura ancora per il +3 (14-17). Piccola pausa in attacco per la squadra gialloblu’, sempre appoggiata dai suoi tifosi sempre caldi anche al PalaNorda. Acoosta pareggia per Bergamo a quota 17 dopo un insidioso turno di battuta di Paggi, ma è Fabris a rimettere Conegliano avanti 17-18. Testa a testa finale (con l’applaudito ritorno in campo dell’ex Pantera, la registab azzurra Lia Malinov), con la Foppa che prova a pareggiare il conto. Cisky Marcon manda avanti le padrone di casa (19-18) e c’e’ un time out della panchina veneta. Robin De Kruijf mura, ma Bergamo è ancora avanti e fa il break sull’ace di Popovic (23-20). La Foppa prende fiducia, Hill riduce il gap, poi rientra Nicoletti. L’Imoco soffre il rush finale di Battista e compagne, Kim Hill combatte fino all’ultimo, ma la Foppapedretti si aggiudica il set 25-22 con l’errore finale in battuta di De Kruijf. E’ il secondo set perso finora in campionato.
Terzo set con l’Imoco che ritrova i giusti automatismi dopo il passaggio a vuoto, con la premiata ditta d’oltreoceano Bricio-Hill che comincia a martellare, facendosi sentire anche a muro (3 per la messicana oltre a una serie di battute micidiali), mentre Anna Danesi continua ad imperversare al centro della rete dando sostanza a un’Imoco pericolosa con tutte le sue attaccanti (anche stasera 4 in doppia cifra), sotto la regia puntuale e piena di ritmo di capitan Wolosz. L’Imoco torna avanti con un comodo 17-25.
Qarto set con l’Imoco guardinga all’inizio (7-7), ma Bricio e una Nicoletti entrata in ritmo piazzano il break che manda avanti ancora le Pantere (7-10), ora padrone del match. Una battuta aggressiva lancia la squadra di coach Santarelli al break decisivo, con Kim Hill che detta legge in attacco facendo bottino (11-17). Altro time out della panchina Foppa, che non vuole lasciare nulla di intentato. Robin De Kruijf è imperiosa nelle sue fast (anche 5 muri per “The Queen”, sempre esuberane) mentre Wolosz si diverte a spingere le sue combinazioni d’attacco per Hill e compagne. Rientra Malinov, ma De Kruijf è scatenata e l’Imoco vola a +7 (13-20). Da lì è solo Imoco Volley (c’è anche una buona Papafotiou in battuta), con un rush finale vincente che consente alle Pantere di chiudere 19-25 (ancora gran muro di De Kruijf) dopo due ore intense di gioco, per altri tre punti d’oro che tengono Conegliano in vetta imbattuta.

Sabato si torna in campo, stavolta e’ in programma l’anticipo Imoco-Saugella Monza alle 20.30 per la sesta giornata, con l’ex capitana Serena Ortolani che torna al Palaverde con l’intenzione di fare lo sgambetto alla capolista gialloblù. Un match da non perdere, prevendita attiva fino a venerdì al Palaverde (15.30-18.30) e on line su www.imocovolley.it, sezione biglietteria.

Share on Twitter