IMOCO PRIMO KO DOPO UNA LUNGA BATTAGLIA CON LA LIU JO (2-3) DAVANTI A OLTRE 4500 SPETTATORI

pubblicoGRG_6273
IMOCO VOLLEY – LIU JO MODENA 2-3 ( 21-25,21-25,25-15,25-9,12-15)
Imoco
: Bricio 13, De Kruijf 15,Cella 2,Melandri 4,De Gennaro ,Danesi 5,Papafotiou ne,Fabris 9,Wolosz 3,Hill 25,Nicoletti 8, Fiori .All. Santarelli
Liu Jo: Garzaro ne,Heyrman 9,Leonardi ,Montano 20,Vesovic ,Bosetti 14,Ferretti 2,Pistolesi 1,Calloni 7,Tomic ,Pincerato ,Barun 12,Bisconti ne.All.Gaspari
Arbitri: La Micela e Canessa
Spettatori: 4.532
MVP: Montano
Note: Durata set: 26’,28’,23′, 19′,18′.
Imoco: battute sbagliate 14; Aces 3; Muri 14; Errori-punto: 6 . Liu Jo: battute sbagliate 9; Aces 4; Muri 8; Errori-punto:8

Ottava giornata al Palaverde che presenta al Palaverde una delle classiche del campionato italiano tra la Liu Jo Modena degli ex Gaspari (ex coach) e Calloni (ex capitana), in un big match che ha scaldato i 4.532 tifosi delle Pantere, record stagionale di pubblico. Prima sconfitta stagionale per l’Imoco dopo un match dai due volti.
Coach Santarelli con Samantha Bricio debilitata dall’attacco influenzale e Folie (oltre a Easy) ancora out parte con Wolosz-Fabris, Hill-Cella, Danesi-De Kruijf, libero De Gennaro. Risponde Gaspari con Ferretti-Barun, Bosetti-Montano ,Heyrman-Calloni, libero Leonardi. Primo set con l’inizio arrembante di Modena con l’ace di Bosetti (0-2). La battuta delle ospiti è molto impegnativa per la ricezione delle Pantere, ne approfitta una Montano ispirata (3-5), ma le difese di Cella e le conclusioni di Hill riportano l’Imoco a contatto. Il primo vantaggio per le Pantere di casa arriva con il muro del 9-8 di Melandri. Si procede punto a punto fino al minibreak di Samanta Fabris (11-9) da seconda linea, ma Montano pareggia subito con attacco e muro vincenti. La colombiana è scatenata, continua a murare e a colpire con diagonali imprendibili e sul 13-14 coach Santarelli chiede time out. Le parole del coach danno la carica giusta e l’Imoco piazza un 3-0 con Fabris e il muro di Hill per il 16-14, ed ora è Modena a chiedere tim out. La gara si fa intensissima, i due liberi De Gennaro e Leonardi danno spettacolo in difesa e si resta in parità (16-16). Modena controsorpassa con l’ace di Pistolesi (16-18), ma Conegliano pareggia subito. Calloni mura il 18-19, poi l’Imoco perde la bussola e ne approfitta ancora Montano (9 punti nel set!) per il +3 (18-21) con un 7-2 che costringe ancora Santarelli al time out. Ma il muro Liu Jo continua a fare male (18-22). Entrano Fiori e Bricio rivoluzionando la diagonale delle schiacciatrici, Fabris firma il 20-23, ma la rimonta giallobù si ferma sulle botte di Montano e Barun che chiudono 21-25 il primo set.
Anche nel secondo set le Pantere di casa non riescono a trovare il giusto ritmo, specie in ricezione dove soffrono oltremodo i servizi di Bosetti e compagne che vanno subito avanti 7-10. Robin De Kruijf riduce il gap (12-13), poi Hill e Fabris provano a tenere caldo l’attacco di casa, ma Barun allontana ancora le Pantere da seconda linea (13-15). L’ex Calloni si scatena (15-18) e costringe le Pantere a rincorrere nuovamente, con in campo Fiori e Bricio. Ma la Liu Jo è “on fire” e allunga ancora (15-19). Sul 15-20 entra anche Nicoletti per Fabris e la vicentina va subito a segno., poi De Kruijf mura e il Palaverde fa sentire il suo calore (17-20). Montano, sempre lei, zittisce il pubblico con una bomba da metà campo. Ma ci pensano De Gennaro con una difesa-monstre e Bricio in attacco a far tornare l’entusiasmo al Palaverde, poi Nicoletti con un paio di battute riporta l’Imoco a -1 (20-21). La Liu Jo non ci sta, muro di Heyrman, ace di una super Montano ed è 21-24. Il muro finale di Ferretti consegna anche il secondo set a Modena (21-25).
L’Imoco non ci sta, coach Santarelli inizia il terzo set riproponendo la formazione protagonista di gran parte del filotto di sette vittorie ottenuto in questo inizio di stagione, con Nicoletti opposto insieme a Wolosz, al centro Danesi e De Kruijf, in banda Bricio con Hill. Con le battute di De Kruijf e un buon muro Conegliano trova linfa dal nuovo assetto e vola avanti 7-4, ma di là della rete Montano non si ferma e continua a farsi beffe del muro di casa per il -2 (9-7). Capitan Wolosz si intende benissimo con De Kruijf che va due volte a segno e con i colpi di “The Queen” Conegliano allunga a +4 (11-7). Time out di coach Gaspari. Wolosz vince un contrasto a rete per il +5 (15-10), con seguente cartellino giallo a Leonardi per proteste. Bricio dimentica la febbre e sigla il 16-11. L’Imoco sembra aver preso il ritmo giusto e allunga ancora con un diagonale di Hill (19-13) che mette 8 punti nel set e con i 6 di Bricio l’attacco gialloblù ritrova le sue bocche da fuoco (67% di squadra nel set!). La strada è quella buona e la squadra di casa va avanti spedita senza voltarsi indietro per il 25-15 che riapre i giochi.
Nel quarto set l’Imoco conferma la sua trasformazione positiva, allunga subito 7-4 con Nicoletti e Bricio ispirate, poi dal muro arrivano i punti del +5 (11-6) che costringono Modena al time out. Ora alle Pantere riesce tutto facile, anche Montano (entra Tomic) viene limitata dalle difese di De Gennaro e i muri di Danesi, e l’Imoco vola implacabile a +7 (13-6). Altro muro, stavolta di Anna Nicoletti (14-6), poi ace di Bricio (9 punti nel set per la messicana) e l’Imoco fa esplodere i suoi tifosi che vedono vicino il tie break. Rottura prolungata della Liu Jo (entra anche Pincerato per Ferretti in regia), ma le Pantere non si fermano 16-6. Hill e compagne recitano un vero e proprio monologo fino alla fine del quarto set, a suon di muri (bene Nicoletti, 2 muri e 7 punti nel set) e fast impeccabili chiudono 25-9 con un block di De Kruijf.
e una pipe micidiale di Samy Bricio.
Quinto set, come da tradizione tra queste due formazioni (vedi scorsa stagione, sei su sette partite giocate) si va al tie break: il primo punto è ossigeno per Modena (Ferretti di prima), poi Calloni a muro sigla lo 0-2. L’Imoco deve rincorrere, ci pensa Danesi, poi un errore di Barun riporta il match in parità (2-2). Le due squadre se le danno di santa ragione, Bricio risponde a Barun (4-4), poi Montano dopo il mini riposo piazza l’ace del +2 (4-6) e Modena allunga con Bosetti fino a +3 (4-7). Time out di coach Santarelli. Il match si infiamma, proteste della panchina di casa per il punto del +4 di Modena (4-8). De Kruijf scarica la sua rabbia, poi Danesi va a segno e dimezza il gap (6-8). Il Palaverde si infiamma sul -1 messo giù da De Kruif, ma Bosetti tiene avanti le ospiti (7-9). Wolosz mura Calloni (8-9), ma risponde ancora Bosetti. Nicoletti sale in cattedra, due punti in fila (10-11), ma Montano si conferma (10-12). Finale palpitante, Montano (20 p.) implacabile va a segno per il decisivo 11-14 e Modena nonostante il rush finale di Hill (25 p) si porta a casa il match dando un altro dispiacere al pubblico del Palaverde con il punto finale di Heyrman (12-15).

interviste sulla pagina facebook di Imoco Volley.

Share on Twitter