SPETTACOLO E SOLD OUT AL PALAVERDE: VINCE L’IGOR (2-3),0 MA LE PANTERE SONO VIVE!

GRG_7266IMOCO CONEGLIANO- IGOR NOVARA 2-3 (21-25,22-25,25-19,25-16,11-15)
Imoco: Bricio 13,Hill 13,De Gennaro,Fabris 31,Wolosz 4,Danesi 11,Folie 9,Bechis,Nicoletti 1,Cella,Melandri ne,Lee 1, Fiori ne. All. Santarelli
Igor: Chirichella 13,Piccinini 1,Gibbemeyer 11, Skorupa 1,Egonou 30,Plak 14,Sansonna,Enright 4,Bonifacio ne,Vasilantonaki,Camera ne, Zannoni.All.Barbolini
arbitri: Zavater e Cesare
spettatori: 5.344
durata set:29′,30′,24′,24′,17′
note: Errori Battuta Imoco 12,Igor 11; Aces:12-2;Muri: 4-13, Errori Punto 10-9.MVP:Fabris

Sfida per il primato al Palaverde tra l’Imoco e l’Igor Novara, sesto episodio della saga stagionale tra i due team. L’Imoco orfana di De Kruijf parte, dopo il dovuto minuto di silenzio in memoria del capitano della Fiorentina calcio Astori, sostenuta da un pienone degno di una finale (5.344 spettatori, tutto esaurito!) con Wolosz-Fabris, Danesi-Folie, Hill-Bricio, libero De Gennaro; rispondono le campionesse d’Italia con Skorupa-Egonou, Chirichella-Gibbemeyer, Plak-Piccinini e libero Sansonna.
Le Pantere faticano ad entrare in partita all’inizio e Novara ne approfitta (1-4), ma Samanta Fabris passa con continuità e tiene Conegliano a contatto (3-5). Il muro di Chirichella e i contrattacchi di Plak danno nuovo abbrivio alle piemontesi (6-10), e coach Santarelli chiama time out. Folie dal centro attacca bene, poi Bricio con la battuta fa danni nella ricezione ospite e le Pantere replicano fino al -1 (9-10). Il pareggio gialloblù arriva con un ace di Folie, e stavolta è Barbolini a chiedere time out. Egonou e Chirichella riportano subito Novara a +3 (11-14). Le Pantere sprecano buone occasioni per rientrare, l’Igor cinica ne approfitta e resta avanti (14-17). Fabris (6 punti e 2 muri nel set) accorcia a -2, poi botta e risposta Egonou-Folie (16-18). Novara non sbaglia un colpo e approfitta di un’Imoco incostante, Egonou (7 punti nel set) piazza la palla del 17-21. Le Pantere ci provano, arrivano a -1 con la difesa e i contrattacchi di Hill (20-21), ma l’Igor è più cinica, con 5 muri e meno errori chiude il primo set 21-25
Partenza decisa dell’Imoco nel secondo set, 3-1 con muro di Fabris, ma Piccinini e compagne non si scompongono e pareggiano subito 4-4. L’Imoco mette la testa avanti con una pregevole combinazione Wolosz-Folie (9-8), ma la premiata ditta Egonou-Chirichella, con la collaborazione di una Piccinini che dà equilibrio, riportano Novara avanti 13-16. L’Imoco non molla, entra Lee per Bricio, Fabris (6 punti nel set) e Hill contrattaccano bene, il muro inizia a funzionare e le Pantere sorpassano 19-17 con un break 6-1. L’Igor ritrova smalto e confeziona con un’ottima Plak (6 punti nel set) un controbreak 4-0 che la mette in corsia di sorpasso (19-21), time out di coach Santarelli. Entrano anche Marta Bechis e Anna Nicoletti, ma Lee non passa (19-23, muro Skorupa) e torna in campo Bricio.L’ex Gibbemeyer piazza il 20-24, Wolosz e compagne ci provano fino all’ultimo (22-24), ma l’Igor chiude con la certezza-Egonou 22-25 e vola 2-0.
Terzo set equilibrato nella fase iniziale, primo minibreak di Conegliano (7-5). Ma non è la continuità la caratteristica principale delle Pantete di oggi, e le piemontesi tornano presto avanti 9-10, prima del pareggio e sorpasso di Kim Hill.
Il pubblico straripante del Palaverde si infiamma sul muro di Fabris per il 12-10. Entra come di consueto Enright per Piccinini. L’Imoco gioca con cuore e intensità, e alzando il livello e il ritmo riesce a mettere per la prima volta in seria difficiltà l’Igor: una grande Hill (8 punti e il 50% nel set) e Danesi portano avanti le Pantere (20-15), poi ace di Samy Bricio per il 22-16. Esplode il Palaverde. Ora è Samanta Fabris (regolare con i suoi 6 punti nel set)ad aver acceso le polveri, suoi i punti finali del set della riscossa con l’Imoco che accorcia le distanze grazie al 25-19 firmato dalla fast di Danesi.
Quarto set, torna Piccinini in campo per coach Barbolini e si continua a combattere in un match infuocato e spettacolare: le due “Sam” suonano la carica, botta della messicana Bricio, ace della croata Fabris e Conegliano scappa 7-4. Time out di coach Barbolini. Le Pantere continuano a crescere in tutti i fondamentali, la battuta aggredisce e la difesa registrata da Moki De Gennaro completa il quadro che assume tinte dolci per l’Imoco. Danesi in fast piazza il 9-5, poi Fabris su un gran assist di Wolosz infiamma il Palaverde (10-5). Sul 12-6 di una Bricio tornata ai suoi livelli Barbolini prova con un altro time out a far tornare la gista adrenalina nella sua Igor, che non riesce più a trovare sicurezza in attacco. Chirichella mura per il -4 (12-8), ma Folie in fast ricaccia indietro le ospiti. L’Imoco non si ferma, Bricio e Fabris attaccano con sicurezza, la difesa non lascia cadere un pallone (Egonou marcata benissimo ora fatica a passare, 20% nel set) e il divario diventa importante (17-9). Plak e compagne hanno un sussulto fino al -5 (19-14), ma le parti si sono invertite e ora è Conegliano a tenere in mano il vantaggio con autorità. Dopo il time out una Fabris in grande spolvero (fantastico set con 10 punti e il 64%!) va a segno a ripetizione e l’Imoco torna a marciare spedita rimandando il verdetto al tie break con il netto 25-16 finale.
Tie break, degna chiusura di una grande sfida: il primo punto è un missile out di Egonou, pareggia Chirichella, poi sbaglia Folie (1-2). Primo break per le ospiti con una ritrovata Egonou (2-5). Time out della panchina gialloblù e a seguire la “solita” Fabris ricuce (3-5). Si rivede anche Hill (4-6), ma Egonou ha di nuoco lo smalto di inizio gara e piazza la doppietta che permette a Novara di cambiare campo a +4: 4-8. L’Imoco non trova grandi alternative a Fabris(31 punti, MVP) in attacco, Wolosz si mette in proprio e sigla il -3 (6-9), poi ace di Danesi e il pubblico si fa sentire (7-9). Coach Barbolini ferma il gioco, entra Enright, è la portoricana a firmare l’8-11, poi ancora Egonou per il nuovo +4 (8-12). La gara è ancora bellissima, le Pantere ci provano fino alla fine con le battute micidiali di Bricio, 4 aces alla fine (10-12). Egonou (30 punti) è il totem a cui aggrapparsi per Novara suoi i due punti decisivi in attacco e battuta (10-14). Chiude Enright per l’11-15 finale che dà la vittoria alle ospiti.
Il verdetto per il primo posto è rinviato, ora in classifica con un turno da giocare l’Imoco ha 50 punti, seguita a 48 da Novara e Scandicci.

Share on Twitter