LE PANTERE SONO ANIMALI DA PLAY OFF: ANCHE L’IMBATTUTA KAZAN CADE 3-0 AL PALAVERDE!

1
IMOCO CONEGLIANO – DINAMO KAZAN 3-0 (25-19,25-18,25-17)
Imoco:
Bricio 10,Folie 8,Fabris 18,Wolosz 5, De Gennaro,Hill 9,Danesi 7,Bechis ne,Nicoletti ne,Cella 2,Lee ne,Melandri ne,Fiori ne.All.Santarelli
Dinamo: Ezhova ne,Maryukhnich 1,Masaleva ne,Koroleva 1,Kotikova 2,Voronka 13,Mammadova 14,Startseva 1,Ulanova,Filishtinskaia,Malygina 3,Samoilenko 2.All.Gilyazutdinov
Arbitri:Simonovic (Ser) e Twardowski (Pol)
Spettatori: 3.230
Durata Set:26′,27′,28′
Note: errori battuta Im 10,Kaz 7;aces 10-3 ;muri 8-2;errori punto 4-6.

Iniziano alla grande al Palaverde i play off a sei di Champions League con la grande vittoria di una rinata Imoco Volley, che riserva alla corazzata russa Dinamo Kazan, ancora imbattuta nella massima competizione europea, lo stesso trattamento di Modena all’esordio dei play off italiani. Una grande partita per Fabris (18 punti) e compagne che sembra abbiano definitivamente lasciato alle spalle il momento difficile.
Nella Dinamo non c’è Vasileva (spalla) e il primo set vede la bella partenza della squadra di Kazan (3-6), ma le Pantere ci mettono poco ad entrare in gara, sospinte dalle battute micidiali di Samy Bricio, da un muro efficace anche contro la fisicità delle attaccanti russe e dai colpi d’attacco di Fabris e Hill. Conegliano sorpassa 8-7, poi per due volte trova il minibreak sul 12-10 e sul 18-16 (Bricio). Ora Samanta Fabris è incontenibile (9 punti con il 54% in attacco e 2 muri nel set), suo anche il 19-17, poi le Pantere su un’azione convulsa conquistano il +3 (20-17). Entra Cella per il “giro dietro” e piazza l’ace del 22-18, poi Anna Danesi mura e l’Imoco vola 23-18 con il pubblico Palaverde in visibilio. Le Pantere incamerano il primo set 25-19. E’ solo il terzo set perso nella stagione di Champions da Mammadova e compagne.
Nel secondo set parte bene Voronkova in battuta (0-2), ma Wolosz fa due ace, Folie mura, e l’Imoco scappa ancora via sul 5-2, time out di coach Gilyazutdinov dopo il break 5-0 delle Pantere. L’Imoco non si ferma, cerca di limitare con la battuta la costruzione del gioco russo e ci riesce bene, prima capitan Wolosz, poi ancora Bricio, in mezzo un muro di Fabris e il vantaggio aumenta (8-3).
L’Imoco parte dal servizio, poi mura e difende, riuscendo a concretizzare con l’attacco veloce ben guidato da una Wolosz pimpante (anche 3 aces), e allunga fino all’11-5. Ma Mammadova ora si fa sentire e suona la carica, riportando la Dinamo a -3 (11-8), coach Santarelli chiama time out. Il ritmo ora è alto, Mammadova e Voronkova spingono, ma Moki De Gennaro e compagne hanno ritrovato il loro miglior smalto e l’Imoco riprende ritmo ed entusiasmo, trovando punti importanti da tutte le sue attaccanti. Ancora Fabris, poi Hill, poi ancora Fabris e il vantaggio diventa sempre più ampio fino al 19-12, altro time out russo. Le Pantere trovano i muri di Folie (2 nel set), poi le difese di De Gennaro (e non solo) fanno spazientire l’attacco russo, che inizia a sbagliare qualcosa di troppo lasciando strada a un’Imoco praticamente perfetta, sicura nel cambio palla ed efficacissima nel muro-difesa. La squadra di coach Santarelli chiude con una bella fast di Anna Danesi per il netto 25-18, 2-0.
La serata “hot” delle Pantere continua nel terzo set, la squadra è frizzante e concentrata e vola avanti 6-1. Bricio (10 punti con il 67% alla fine) continua a martellare da ogni posizione, la Dinamo Kazan però non molla e torna sotto (7-4). E’ Fabris (18 punti, 55%, 2 muri) ora a ricacciare indietro i tentativi di rimonta ospite, poi Bricio piega il muro ed è di nuovo +4 (11-7). Ace di Danesi (12-7). L’Imoco continua a martellare con il servizio (10 aces alla fine!), poi a turno Bricio, Fabris e Folie piantano frecce acuminate sul terreno di gioco avversario e Conegliano sale (14-8). Mammadova spinge le russe a riavvicinarsi (15-13), ma basta un time out e le Pantere ritrovano smalto: ace di Cella che complisce ancora una ricezione avversaria in chiara difficoltà: 17-13. Conegliano allunga ancora facendo gli straordinari in difesa con Hill, che blocca le avversarie e poi attacca con forza (19-14). Ormai l’Imoco gioca leggera, sul velluto, e chiude con una marcia trionfale per la gioia del suo pubblico: 25-17 con l’attacco finale di Rapha Folie e infligge la prima sconfitta stagionale al Kazan. Ora si attende il ritorno in Russia il 4 aprile, le Pantere per cogliere la Final Four dovranno vincere o portare a casa almeno due set dalla trasferta di Kazan per conquistare l’ambito pass e tornare a giocare per il titolo di Campione d’Europa.

Kim Hill: “Siamo sorprese anche noi di questa vittoria così veloce, non ci aspettavamo un divario così. Abbiamo giocato una grande partita, aggredendo bene con il servizio e tenendo sempre il gioco in mano non dando spazio alle russe. Abbiamo passato qualche settimana difficile, ma ora siamo tornate a giocare come sappiamo e dobbiamo continuare così. Gara1 è andata molto bene, ma a Kazan sappiamo sarà diverso, dovremo giocare un’altra grande gara per qualificarci alla Final Four.”

Share on Twitter