IL BISONTE PARTE FORTE, MA A FIRENZE UNA BELLA IMOCO VINCE (1-3) E RESTA IN VETTA

IL BISONTE FIRENZE - IMOCO VOLLEY CONEGLIANO
IL BISONTE FIRENZE – IMOCO VOLLEY (25-22,11-25,23-25,12-25)
clicca qui per il tabellino

Seconda di ritorno al Mandela Forum di Firenze per l’Imoco Volley che affronta per la terza volta in pochi giorni l’ostica avversaria de Il Bisonte Firenze dopo i quarti di Coppa Italia.
Bechis e compagne si dimostrano ancora una volta un bel rompicapo per le Pantere, che nel primo set capiscono subito che aria tira. Le ragazze gialloblù soffrono la difesa e l’atteggiamento combattivo delle padrone di casa, capaci di imporsi in un primo set lottato e combattuto, ma alla fine messo in carniere dalle arrembanti toscane. La solita Sorokaite e una Santana praticamente inarrestabile da posto 4 mettono in difficoltà le Pantere, coronando con i loro attacchi le prodezze difensive della seconda linea di casa e chiudono il primo parziale 25-22.
L’Imoco però non si scompone e cambia decisamente marcia nel secondo parziale, affrontato con un altro approccio dalla squadra di coach Santarelli che dopo i primi scambi prende il largo battendo con aggressività e trovando anche punti importanti a muro (brava Danesi): 6-13, poi allunga ancora (10-19) con le due “Sam”, Bricio e Fabris, che trovano finalmente varchi importanti nella difesa di Firenze mettendo l’Imoco in netto vantaggio, irraggiungibile per Il Bisonte. L’Imoco sospinta dai suoi tifosi, giunti a sostenerla anche al Mandela Forum, non sbaglia più un colpo, Firenze invece ha qualche incertezza offensiva, Danesi continua a farsi sentire a muro (saranno 5 alla fine), e Conegliano chiude il set con Bricio che firma un roboante 11-25, pareggiando il conto dopo la partenza ad handicap.
Terzo parziale, coach Santarelli conferma la formazione con Fabris opposta a Wolosz, al centro Melandri (ex fiorentina) e Danesi, Hill e Bricio schiacciatrici e libero De Gennaro. Le giallobù continuano a marciare spedite sull’abbrivio del secondo set, subito 0-2 con muro di capitan Wolosz, ma Tirozzi (altra ex dell’incontro, come la regista Marta Bechis) e le sue compagne non mollano e tornano sotto con la consueta grinta. Proprio la mancina di Firenze, che ha rinunciato a Tapp (infortunata proprio il 30 dicembre al Palaverde, al suo posto Alberti) sigla il +2 (7-5) per le padrone di casa che provano a scappare. Sorokaite allunga ancora (9-6) e coach Santarelli ferma il gioco con un time out. L’Imoco fatica un po’ in ricezione, Santana piazza un ace (11-7), con Wolosz che si aggrappa a Fabris (19 punti) per tenere vicine le Pantere. Un muro di Samy Bricio permette a Conegliano di tornare sotto (13-11), stavolta è Bracci a chiedere la pausa. Il time out tonifica Il Bisonte che vola al rientro fino al 16-12 con le Pantere che si innervosiscono un po’ sul 18-14. Ma sarà il momento chiave del match, Conegliano inizia la rimonta decisiva: Kim Hill va a segno, poi Melandri sigla un muro importante che rimette l’Imoco a -2 (18-16). Dopo il time out Bricio continua il suo bel turno di servizio e pareggia con Melandri a muro, poi sorpassa con un errore di una Sorokaite spesso fallosa, 18-19. Si fa sentire il pubblico gialloblù per il rush finale che decide il set e la partita. Entrano Nicoletti e De Kruijf, Hill scalda il braccio e sigla il 20-20, si combatte punto su punto con De Kruijf che su palla a filo pareggia a quota 22. Sorokaite rimette Il Bisonte con la testa avanti (23-22), ma pareggia ancora una Hill come sempre molto efficace nei momenti caldi (18 punti alla fine). La imita De Kruijf che imbeccata in fast da Wolosz mette giu’ il 23-24, e dopo uno scambio mozzafiato Conegliano chiude di misura con la botta finale di Anna Nicoletti 23-25.
Dopo le scintille dell’arroventato finale (ammonita Tirozzi) precedente, nel quarto set la squadra di Santarelli vuole chiudere il conto per non correre rischi, Bricio e Hill conducono le Pantere subito avanti (0-4), Il Bisonte chiede time out, ma al +5 (2-7). Kim Hill fa danni con i suoi servizi, ma Santana interrompe il break ospite sul 5-9. Capitan Wolosz sceglie bene le sue attaccanti, mandandole a turno a concludere (6-12), mentre Firenze soffre la potenza e la determinazione di Bricio e compagne. La messicana è scatenata in attacco, Conegliano non si ferma nonostante i ripetuti time out della panchina di casa e le Pantere si incamminano sicure verso i tre punti.  Kim Hill va a segno due volte su un turno di battuta micidiale di Samy Bricio (7-16), da lì l’Imoco non si ferma più (dentro anche Papafotiou, Fiori e Nicoletti) e nonostante i cambi dalla panchina di Firenze le Pantere di coach Santarelli chiudono con autorità, conl’ultimo punto siglato da Elisa Cella. 12-25 il risultato finale per un’Imoco sempre più prima in classifica.

Ora settimana di partite casalinghe per l’Imoco Volley che mercoledì alle 20.30 affronterà il Prostejov in Champions e domenica Filottrano (alle 17.00) per il Campionato. Prevendita già attiva on line e negli uffici Imoco al Palaverde (15.30-18.30).

Share on Twitter